STREET ART CAPITOLINA, OSTIENSE RIDIPINTA

999Gallery ha deciso di ridare lustro alla street art romana, nello specifico di dare nuova vita al sottopassaggio di via Ostiense, uno dei più degradati della capitale.

In collaborazione con l’azienda produttrice di vernici murali di alta qualità Oikos, i ragazzi di 999 hanno chiamato a rapporto e supportato alcuni tra i migliori della scena della street art nostrana, ovvero Andreco, 2501, Martina Merlini, Moneyless, Tellas, Ozmo, e anche una special guest dagli States, Gaia.

Ostiense-02Questi artisti, unendo le loro forze e mischiando sapientemente il loro personale concetto di arte, hanno reso il sottopassaggio di via Ostiense una vera e propria galleria d’arte su strada, da vedere assolutamente se capitate da quelle parti.

Il tutto è stato pensato fin nei minimi dettagli, dato che le diverse opere dei differenti street-artists interagiscono perfettamente tra loro: i ritratti di Gaia e Ozmo si fondono con le sinuose linee di 2501, mentre i lavori astratti di Tellas e Andreco si uniscono a quelli geometrici di Moneyless e Martina Merlini. Le colonne del sottopasso inoltre sono state sfruttate per creare giochi di prospettive che rendono l’opera finale ancora più entusiasmante.

STREET ART IN ROME, OSTIENSE WAS REPAINTED

999Gallery decided to refurbish Roman street art, specifically to give a new life to the Ostiense underpass, one of the most degraded in the capital.

Ostiense-10In collaboration with Oikos, high-quality wall paint manufacturer, 999 boys called and supported some of the best artists from the Italian street art scene: Andreco, 2501, Martina Merlini, Moneyless, Tellas, Ozmo, and also Gaia, a special guest from the US.

Ostiense-12These artists, joining their abilities and expertly mixing their personal art concept, transformed the Ostiense underpass in a real art gallery on the street, that you should certainly visit if you pass by Rome.

Ostiense-11Everything has been designed down to the smallest details, the various street-artists’ works perfectly interact with each other: portraits by Gaia and Ozmo blend with the sinuous lines by 2501, while the abstract works by Tellas and Andreco join the geometric ones by Moneyless and Martina Merlini. Underpass pillars were also used to create perspectives games that make the final work even more impressive.

Ostiense-05pics by 999Gallery

Commenta

comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento