Cos’è il GDPR (Regolamento Europeo Privacy)

Il GDPR è una nuova legge sulla protezione dei dati personali che come già accennato in precedenza entrerà in vigore il prossimo 25 Maggio 2018.
Con il nuovo regolamento/legge si è introdotto la tutela dei cittadini europei che prestano il loro consenso al trattamento dei dati personali ed è stata regolamentata in maniera più uniforme l’aspetto della privacy nelle diverse città Europee.
Questo significa che, tutti i visitatori del tuo sito web devono confermare di voler prestare il proprio consento al trattamento dei loro dati personali e, nel contempo, tutti i siti web devono mostrare una chiara Privacy Policy indicando esattamente quali dati verranno raccolti e memorizzati, da chi e per quanto tempo.
In qualità di proprietario del sito web, devi dare la possibilità ai tuoi visitatori di negare o modificare in qualsiasi momento il consenso al trattamento dei dati personali (gli interessati devono poter cancellare i loro dati in qualsiasi momento).

Il GDPR riguarda sia i dati personali sia i dati combinati in modo tale da identificare i singoli utenti, infatti per dati personali si intende qualsiasi informazione riguardante una persona (nome, foto indirizzo…) per dati combinati si intende qualsia operazione avvenuta sui dati, quindi anche la memorizzazione dell’IP (es. tramite cookie) costituisce una forma di trattamento dei dati personali degli utenti. Pertanto, anche i cookie che elaborano dati personali identificabili sono soggetti al nuovo del GDPR europeo.

GDPR e WordPress dobbiamo proprio adeguarci?

Abbiamo tempo fino al  25 Maggio 2018 per adeguare i nostri siti web al nuovo regolamento europeo.

La sanzione stabilita, in mancanza di adeguamento, può arrivare fino ad un massimo di 20 milioni di euro o al 4% del fatturato globale annuo (riferito all’esercizio precedente), se superiore.

Per conoscere le diverse sanzioni applicabili in base al tipo di violazione commessa, basta dare un’occhiata alle faq presenti sul sito del GDPR: sanzioni per violazioni del GDPR.

Entro la data del 25 Maggio 2018, ogni Stato membro, inoltre, dovrà istituire una particolare società che avrà il compito di verificare tutti i siti web e la loro conformità alla nuova legge. In caso di violazioni, questa società indicherà le misure correttive a cui gli interessati dovranno adeguarsi.

Nel mondo, ormai, tutti gli stati membri si stanno adeguando al nuovo GDPR Europeo. Anche l’Italia entro il prossimo 25 Maggio 2018 dovrà prendere in seria considerazione il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, pena l’applicazione delle pesanti sanzioni di cui ti parlavo sopra.

EVITA UNA MULTA ED AGGIORNATI SUBITO

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi