COME T’ACCHITTO UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE INTERATTIVO, PT. I

I due collettivi di ricerca digitale catalani Playmodels e MID (MediaInteractiveDesign) hanno collaborato al fine di creare Blaus e Radial, due installazioni interattive d’illuminazione interattive che definire geniali è dire poco.

Oggi vi parleremo di Radial, che è la combinazione di “Blue Beams”, ovvero un set di 8 diodi laser blu motorizzati, e “The Particle”, una scultura di luce cinetica del 2010 che porta la firma dell’artista mutlidisciplinare Alex Posada.

Radial-logo

Con i laser del Particle, viene formata una struttura ottagonale di luce, uno spazio che permette a ben 130 persone di sedersi confortevolmente su dei lettini per godersi appieno lo spettacolo.
Ogni fascio laser ha un altoparlante associato e, sommati, questi altoparlanti creano un totale di 8 canali audio.

Radial-02

Tramite un sintetizzatore multicanale guidato da un 8-pase LFO sviluppato dal team di ingegneri, designer, artisti e programmatori che ha lavorato al progetto, vengono generati laser e suoni sincronizzati, i quali vengono poi controllati attraverso un protocollo OSC.
Lo spettacolo dinamico di luci e movimenti che prende vita dalla composizione musicale con il sintetizzatore, è qualcosa di strabiliante.

Ma, come sempre, più che termini astrusi e spiegazioni dozzinali, sono immagini e video a rendere maggiormente l’idea del tutto.

HOW I CREATE AN INTERACTIVE LIGHTING INSTALLATION, PT. I

The two Catalan digital research groups Playmodels and MID (MediaInteractiveDesign) collaborated to create Blaus and Radial, two interactive lighting installations for which genial definition is no doubt an understatement.

Today we will talk about Radial, the combination of “Blue Beams”, which is a set of 8 motorized blue laser diodes, and “The Particle”, a 2010 kinetic light sculpture, which bears the mutlidisciplinary artist Alex Posada signature.

With Particle lasers, an octagonal light structure is formed and allows enough space for 130 people to comfortably sit in sunbeds while enjoying the show.
Each laser beam has an associated speaker, summing a total of 8 channel audios.

Through a multichannel synthesizer driven by an 8-pase LFO, developed by the team of engineers, designers, artists and programmers who worked on the project, synchronized lasers and sounds are generated and then controlled through an OSC protocol.

The dynamic lights and movements show originated by the synthesizer musical composition, is something amazing.

But, as always, more than abstruse terms and cheap explanations, images and video make a much better idea.

Commenta

comments

604 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento